Via Concordia, 7 - Pordenone - 0434 365387
Tu sei qui: Home / Centro Culturale Casa A. Zanussi Pordenone / Chi siamo / Promozione culturale / Percorsi ed esperienze nel territorio (ottobre 2015-giugno 2016)

Percorsi ed esperienze nel territorio
(ottobre 2015-giugno 2016)

Luoghi Storia Lavoro
Seconda edizione

Percorsi ed esperienze nel territorio, luoghi storia e lavoro come espressione particolare del rapporto del Centro Culturale Casa A. Zanussi di Pordenone con il territorio pordenonese.
Una relazione oramai storica, orientata alla crescita, allo sviluppo, alla promozione di collaborazioni e ospitalità. Un'opportunità per accostare le zone visitate nei loro aspetti culturale, artistico, naturalistico ed enogastronomico, mediante una formula che affianca turismo, cultura ed eccellenze alimentari anche in collaborazione con associazioni già attive nel territorio.
Partenza ore 9.00, in pullman, presso il Centro Culturale Casa A. Zanussi Pordenone. Rientro previsto nel tardo pomeriggio.
Quota pranzo/degustazioni euro 25,00 (obbligatoria)
Adesioni e Info presso la segreteria del Centro Culturale Casa A. Zanussi in via Concordia 7 a Pordenone. Dal lunedì a venerdì dalle 14.00 alle 18.00, tel. 0434 3653870434 365387 info@centroculturapordenone.it

 

Clicca e guarda dove siamo andati
domenica 11 ottobre 2015

Clicca e guarda cosa abbiamo visto
domenica 14 novembre 2015

Clicca e guarda gli animali che abbiamo incontrato,
domenica 13 marzo 2016

Clicca e guarda la passeggiata tra Frisanco e Fanna,
domenica 3 aprile 2016

Clicca e inoltrati lungo il Sentiero del Dint a Barcis,
domenica 8 maggio 2016

Clicca e scopri cosa non torna a San Vito con l'Amalteo

Domenica 11 ottobre 2015
olio, formaggio, figomoro

In collaborazione con Comune di Caneva, Villa Frova – Officina della Sostenibilità, Pro Castello, G.A.S. - Gruppo Acquisto Solidale, Azienda Agricola Casagrande (Azienda certificata biologica), Consorzio del FigoMoro di Caneva.

I colori dell’autunno tra zone collinari e umide da Caneva a Polcenigo. Antichi insediamenti preistorici patrimonio Unesco, coltivazioni biologiche di ulivi, allevamenti di trote in acque pulite di sorgente, malghe di montagna. Un territorio abitato da sempre, dalla lunga storia che ora rinasce con produzioni all’avanguardia. La raccolta delle olive, il frantoio, l’ambiente di malga tra le tracce della storia. Prodotti tipici che vincono premi internazionali. Degustazione all'Agriturismo Pancotto

Sabato 14 novembre 2015
IL PORDENONE A PORDENONE

a cura di Giancarlo Pauletto



In un territorio ricco di acque e di storia, da sempre snodo di comunicazione e traffici commerciali, Giovanni Antonio da Pordenone ha lasciato molte opere importanti diventando il massimo pittore friulano del Rinascimento e uno dei più importanti del ‘500.
L’itinerario proposto intende far conoscere alcune sue opere fondamentali partendo dalla chiesa del borgo di Villanova, frazione della città, una delle prime documentate; passando a Vallenoncello, altra frazione, in cui si vede il suo avvicinamento alla pittura veneziana dell’epoca, visitando successivamente il Duomo di Pordenone, il Museo Civico Ricchieri e la Chiesa di Torre di Pordenone, per verificare l’ulteriore sviluppo del suo linguaggio e della sua attività.
Si tratta di un itinerario che tocca alcuni dei massimi capolavori della pittura friulana, e non solo friulana, del Cinquecento, che riprende quello pedemontano proposto nella prima edizione dei Percorsi.
Pranzo alla Trattoria Borgo Antico a Cordenons

Domenica 13 marzo 2016
BAMBINI E FAMIGLIE IN FATTORIA DIDATTICA
a cura di Anna Maria Iogna Prat, atelierista


A breve distanza da Pordenone, nella zona collinare di Meduno, Anna Maria Iogna Prat accoglie bambini e famiglie in attività di laboratorio nella fattoria didattica “Ai Pradons” frequentata, per la bella ospitalità, anche dai praticanti di parapendio della zona.
Una bella esperienza in mezzo alla natura, in un luogo suggestivo che dalle colline spazia degradando verso la pianura, tra vegetazione spontanea primaverile, prime raccolte nell’orto, allevamento di animali e fauna selvatica. Spuntino con prodotti locali.
La Cooperativa Lis Aganis accompagnerà genitori e adulti in una più approfondita conoscenza storico-artistica del territorio.

Domenica 3 aprile 2016
PASSEGGIATA TRA BORGHI E ORTI TRA FRISANCO E FANNA
A cura dell’Associazione Amatori Mele Antiche
Con la partecipazione di Graziano Danelin, Direttore Parco Dolomiti Friulane


Degustazione con prodotti tipici e locali delle Dolomiti Friulane

Tra meli autoctoni e orti rivisitati alla scoperta di alcuni tra i più bei borghi d’Italia situati nel Parco Naturale delle Dolomiti Friulane, dalle forre della Val Colvera al borgo Polaz che si affaccia sulla pianura. Bellissimi esempi di architettura rurale, costruiti da artigiani abili nella lavorazione della pietra arenaria e del legno ricavato dalla vegetazione locale. Muri di pietra viva, ballatoi in legno, archi e sentieri di sasso racchiudono piccoli appezzamenti e stalle che hanno ripreso vita grazie ad accurato lavoro di associazioni locali e alle scelte di artisti che vi hanno creato i proprio studi.

In collaborazione con Parco Naturale Regionale delle Dolomiti Friulane, Lis Aganis Ecomuseo delle Dolomiti Friulane, Circolo Culturale L’Antica Quercia e Associazione Amatori Mele Antiche.
 

Domenica 8 maggio 2016
LA FORRA DI BARCIS E IL SENTIERO DEL DINT
A cura del Parco Naturale delle Dolomiti Friulane
Con la guida di Antonio Cossutta, AIGAE – Associazione Italiana Guide Ambientali Escursionistiche.

Testimonianze di Aldo Colonnello, Circolo Il Menocchio

Alla scoperta di un territorio tra ghiaioni, forre, doline, inghiottitoi dove il torrente Cellina ha scavato profondi canyon tra strapiombi di rocce stratificate del Parco Naturale delle Dolomiti. Un aspro scenario naturale che immerge il visitatore tra i fenomeni della millenaria trasformazione della terra, in un sito dove milioni di anni fa un’alta scogliera sprofondava sul mare. Il percorso della vecchia strada di Barcis e lungo il suo lago artificiale, condurrà sulle tracce di fossili del passato e di fauna e flora di oggi.
Luoghi che a tutt’oggi suggestionano poeti e scrittori.
Spuntino al Chiosco Al Pical di Andreis

Domenica 12 giugno 2016
L'AMALTEO, IL PATRIARCA E QUALCOSA CHE NON TORNA
A cura di Angelo Bertani
In collaborazione con il Comune di San Vito al Tagliamento e parroci delle chiese visitate.
Intermezzo musicale nella Chiesa Parrocchiale di San Vito al Tagliamento con l’organista Elisabeth Zawadke, Hochschoole Musik Lucerna

San Vito al Tagliamento, nella chiesa di Santa Maria dei Battuti, conserva il ciclo di affreschi più bello e importante di Pomponio Amalteo (1505-1588), allievo e genero del Pordenone. Ma perché mai l’artista ha raffigurato San Paolo che tiene un gran libro sotto un piede e Re David che srotola un cartiglio minaccioso? Queste immagini sono forse frutto di un suggerimento che viene dal potente e colto patriarca Grimani? Un percorso attraverso questa e altre significative opere dell’Amalteo per scoprire, alla fine, che il nostro artista ha perfino anticipato il cinema.

 

MENU A KM ZERO
Durante il periodo di svolgimento dell'iniziativa nella mensa del Centro Culturale Casa A. Zanussi verranno inseriti assaggi di prodotti tipici delle località visitate.
DOCUMENTAZIONE in occasione di ciascuna visita i partecipanti avranno a disposizione materiali di approfondimento.
Verrà prodotta documentazione video per il sito www.centroculturapordenone.it e www.youtube.com/CulturaPN

 

 

Documenti

Programma 11 ottobre 2015 672.8 KB
Programma 14 novembre 2015 738.5 KB
Programma 13 marzo 2016 2.0 MB
Programma 3 aprile 2016 570.8 KB
Programma 8 maggio 5.5 MB
Programma 12 giugno 2016 3.9 MB
Scarica il pdf

Rassegna stampa

IlGazzettino 13nov2015_pagXXVII
MessVeneto 13nov2015_pag28
IlPopolo 1nov2015_pag9
MessVeneto 11ott2015_pag29

Centro Culturale Casa A. Zanussi Pordenone – Via Concordia, 7 – Pordenone
Tel. 0434 365387 – Fax 0434 364584 – info@centroculturapordenone.it